Visitatori On Line

lunedì 14 dicembre 2015

Coming soon.. Dalle piante agli oli essenziali.

Dalle piante agli olii essenziali , un viaggio attraverso i metaboliti primari e i secondari, la droga vegetale il tempo balsamico e la raccolta, l'essiccazione e la conservazione della droga, fino ad arrivare agli olii essenziali.
Sarà questo il prossimo articolo che tratteremo in Feshion And beauty, seguitemi e a breve l'articolo.
A presto Francy. 

domenica 13 dicembre 2015

Sopracciglia, come avere una forma perfetta per il nostro viso. Intervista alla truccatrice Gullo Nicoletta.




Buon giorno cari amici , 
continuando il nostro percorso sulla depilazione, oggi vi propongo un'intervista fatta alla mia collega truccatrice Gullo Nicoletta.  



Mi sono fatta dare qualche "dritta" a riguardo  delle sopracciglia.  
Sappiamo tutti , infatti, quanto la loro forma influenza le caratteristiche del viso. 

  • D:Nicoletta, quali sono le regole di base che dobbiamo tenere in considerazione per determinare la forma corretta delle nostre sopracciglia?
  • R: Per determinare la morfologia del volto ci basiamo sulle regole di Leonardo
Vediamo i vari punti: la larghezza degli occhi , la distanza tra gli stessi e la larghezza della base del naso devono essere uguali. 
la larghezza della bocca a riposo deve essere uguale alla distanza tra le iridi. 
La parte superiore dell'orecchio deve essere allineata con le sopracciglia 
La parte inferiore dell'orecchio deve essere allineata con la punta del naso. 
Gli occhi devono essere a metà dell'altezza complessiva della testa.  
  • D: Parliamo  delle sopracciglia, la loro struttura. 
  • R: Le sopracciglia sono composte da tre parti: 
1- base centrale delle sopracciglia : 
in questa zona il pelo cresce in maniera verticale, pertanto troviamo diverse "fasce " che le rendono folte e ben visibili. 
2-punto luce: generalmente corrisponde al punto più alto della sopracciglia ed è il punto che ne determina l'angolazione, l'altezza e tutta l'espressività del volto. 
3- coda della sopracciglia: è in genere la parte più rada di tutto l'arco sopraccigliare ma anche spesso quello con più "mancanza di forma" 

  • D: come possimo creare la sopracciglia perfetta? 
  • R: Ci sono tre riferimenti che ci dicono dove e quando" togliere"o "mettere" per raggiungere la forma più adatta al nostro volto, prendendo come riferimento il punto base, facendo corrispondere i punti che vi ho segnato con A, B e C, nella seguente immagine.



 Determinata tale struttura procediamo secondo la seguente leggenda: 

X: tolgo 
O: aggiungo 



 X: tolgo: epilazione o pinzetta

 O: aggiungo : permanente( tatuaggio)

Make up:
 Matite da utilizare per disegnare il pelo e creare dei piccoli peletti nelle aree dove il pelo sopraccigliare manca. 
 Ombretto serve per infoltire o marcare delle aree sopraccigliari che risultano poco evidenti o marcate.    


Grazie alla mia collega Nicoletta per la sua disponibilità, spero che questi suoi consigli vi possano essere utili. 
fatemi sapere le vostre impressioni nel box dei commenti qui sotto. 

Leggi anche 
 
 Viaggio nella storia della depilazione 

Tecniche estetiche di depilazione/epilazione

sabato 5 dicembre 2015

Tecniche di depilazione oggi. Parliamo di ceretta, strisce depilatorie,creme depilatorie .



Oggi è  disponibile sul mercato  un'ampia gamma di prodotti e/ o soluzioni studiate per eliminare in modo più  o meno duraturo i peli superflui.   







                           DEPILAZIONE ?EPILAZIONE?








SOLUBILIZZANTI Polysorbate 20, Polysorbate 80, PEG-40 Hydrogenated Castor Oil, PPG-26-Buteth-26. COSA SONO?

                                                                  




Leggendo la lista degli ingredienti dei vostri prodotti cosmetici vi è capitato di notare  queste sostanze? Un breve approfondimento per capire di cosa si tratta e che funzione hanno.

  • Polysorbate 20
  •  Polysorbate 80,
  • PEG-40 Hydrogenated Castor Oil,
  •  PPG-26-Buteth-26.  








Di cosa si tratta?   
Sono sostanze dette solubilizzanti.




Per comprendere meglio la loro funzione parliamo di SOLUBILIZZAZIONE:


Dispersione di una sostanza isolubile in un dato mezzo in forma colloidale. 
In pratica si ha un solvente ( quasi sempre l'acqua), un tensioattivo detto solubilizzante in concentrazione superiore alla sua concentrazione micellare critica (CMC) e  una sostanza insolubile nel solvente che si dispone all'interno delle micelle formate dal tensioattico.  
Il sistema che ne risulta è monofasico e trasparente.





Le sostanze solubilizzanti sono di fatto tensioattivi ad alto HBL (15-18) e quindi solubili in acqua. 
il rapporto tra sostanza da solubilizzare e solubilizzante varia di solito da 1:2 fino a 1:10.


HLB
È una scala stabilita da Griffin che consente di selezionare i Tensioattivi.
Tale sistema include valori numerici da (0) lipide a (20) acqua che indicano l' affinità  idro - lipo.
Per comodità  di calcolo , i valori numerici corrispondono  a una percentuale divisa per 5.
Se consideriamo il valore 20 esso indica il 100%  di idrofilia ( 20x5=100)
In base a questa scala gli emulsionanti vengono  classificati in : 

0/2 bassa  idrofilia
2/6 bassa idrofilia
6/8 idrofilia intermedia
8/16 alta idrofilia
12/20  solubilizzanti

CONCENTRAZIONE MICELLARE CRITICA approfondimento nel sito Chimichiamo 


INCI di un tonico dove è presente un solubilizzante.  

Acqua (Water), Glycerin,Centaurea Cyanus Flower Water,Chamomilla recutita (matricaria) Flower Water ,Citrus Arantium Amara ( Bitter Orange) Flower Water,Rosa centifolia Flower Water,Tilia cordata Flower Water,Polysorbate 20,Mel/Honey,Glucose,Aloe Barbadensis leaf Juice Powder,
Soluble Collagen,Phenoxyethanol,Sorbitol,Ethylhexylglycerin ,Sodium Glutamate,Urea,Glycine,
Hydrolized Wheat Protein,Lactic Acid,Sodium PCA,Panthenol,Tetrasodium Glutamate Diacetate,
Parfum (ragrance) 

Ti potrebbe interessare anche :  
La tensione superficiale eperimenti

Avete domande? Lasciatemi i vostri commenti nel box qui sotto.
Grazie Francy. 

lunedì 30 novembre 2015

Breve viaggio nella storia della depilazione

"La bellezza moderna si può considerare quel complesso di elementi estetici, che , riuniti in una stessa persona, provocano in ogni altra-a qualunque ceto essa appartenga- un misto indefinibile di piacere , di ammirazione, di desiderio, e, tra le persone dello stesso sesso anche d'invidia" .
Siamo nel 1920, e così, Luigi Materi definisce la bellezza nel suo raro, per quei tempi, "manuale di estetica e cosmesi dal titolo L'arte della bellezza ai nostri giorni. Mi immergo nella lettura di questo testo dalle pagine oramai ingiallite dagli anni, 95 per l'esattezza. Ogni singolo capitolo, pagina, parola , mi soffermo , sorrido ,a volte ,concetti, canoni per noi oggi impensabili eppure allora, in quegli anni giusti.
Sono quelli gli anni delle mie nonne, bambine. questo pensiero m' intenerisce il cuore...
La bellezza... un complesso di elementi estetici, tra questi sicuramente, oggi come sempre anche una pelle liscia e ben depilata.
Nell'articolo che segue un breve accenno alle varie tecniche di depilazione partendo dall' antico Egitto fino al dopoguerra, quando con il cambiare della moda, l'avvento delle gonne corte, dei collant trasparenti impone l'esigenza di trovare metodi sempre più efficaci e semplici per questa pratica. 

sabato 21 novembre 2015

Nel prossimo post TECNICHE ESTETICHE E COSMETICHE di DEPILAZIONE


 Sara' questo l' argomento che tratteremo nel prossimo articolo. 
La storia della depilazione attraverso i secoli. A partire dall'antico Egitto, passeremo nell'antica Roma per andare in Giappone. Con Caterina de'Medici. Scopriremo cosa cambia con l'avvento dei collant trasparenti. Arriveremo nel dopoguerra con Solfoidrato di Calce. E poi i nostri giorni. Le varie tecniche di depilazione e di epilazione.
Analizzeremo la composizione delle cerette, delle creme depilatorie e dei prodotti per ritardare la crescita dei peli.  

Ma non solo... la nostra trucatrice Gullo Nicoletta ci spieghera' QUESTO. 











“Quelle  fortunate persone a cui la natura o gli Dei concessero il maggiore di tutti i beni, quello di nascere  belle, devono considerarsi in possesso di un prezioso capitale; suscettibile, come tutti i capitali in genere , di aumento, di perdita ed anche di distruzione”

Cit. Luigi Materi, Napoli 1920 “L’arte della bellezza ai nostri giorni” 

Vi consiglio di visitare IL VIAGGIO NELLA COSMESI DEL XX SECOLO.  

Avete curiosità, domande? Vi piace questo argomento? Lasciatemi un commento vi aspetto. 
A presto 
Francy. 

giovedì 19 novembre 2015

Prossimamente...

Una sbirciatina al prossimo post. Indovinate dalle foto. Cosa tratteremo?
Seguitemi e scoprirete i preziosi consigli della nostra truccatrice Gullo Nicoletta.
A prestooooo. 

venerdì 13 novembre 2015

Coming soon ... Luci e Ombre CONTOURING .


Luci e ombre.
Sarà questo il tema del nostro prossimo post. 
Un viaggio che parte dalla storia dell' arte attraverso Leonardo Da Vinci e arriva ad oggi alla tecnica del make up del contournig con una tappa al museo del Louvre  a Parigi. 
Impareremo con l' aiuto e i consigli della make up artist a scegliere i prodotti  e a realizzare questa tecnica con immagini step by step.    
Nell' attesa lasciatemi  i vostri commenti nel box qui sotto. 
A presto Francy. 

mercoledì 11 novembre 2015

San Martino a Šmartno


E' una domenica calda, un caldo che stona con i colori che mi circondano mentre percorro le vie di San Floriano. I colori sono quelli dell' autunno , il giallo, l' arancio e il rosso delle foglie degli alberi, degli immensi vigneti che,  visti da  qui disegnano geometrie meravigliose. Persa nella poesia del paesaggio sorrido. È  l' estate di San Martino. 
Parcheggio ed  ecco , davanti a me le mura... Varcarle ha qualcosa di  magico  , pochi passi e un tuffo nel passato.




Vite (Vitis vinifera L.)

 La festa di san Martino è certamente una fra le tradizioni più importanti  della cultura contadina , si celebra appunto oggi 11 Novembre.  «A San Martino ogni mosto diventa vino» è il proverbio che accompagna la degustazione del vino nuovo proprio in questa ricorrenza.
 Vieni a scoprire  Festa di San Martino a Smartno
 
 LA VITE
Vitis vinifera,  nota anche come ' Vite europea' , comprende anche  una sottospecie detta Vitis sylvestris,  che cresce spontanea nei boschi  e nelle macchie della regione mediterranea.
La prima è  comunque  la più diffusa e oggi coltivata praticamente  in ogni parte del mondo. Appartiene alla famiglia delle Vitaceae.

STORIA E BOTANICA

I primi riferimenti  alla vite e al vino pare risalgano ai tempi dei Sumeri  ( 3000a.C.) .
Presso gli Egizi , il vino era riservato al faraone , agli alti funzionari e ai sacerdoti. Pare che siano stati i Greci a diffondere la vinicultura nei  paesi occidentali  più  vicini , Italia  compresa. Non a caso Enotria.

Tratto da: la grande storia del vino di Alfredo antonoros

Con alti e bassi la coltivazione della Vite e il consumo di vino attraversano i secoli , ma solo dalla metà  del XX secolo si assiste al passaggio  di una coltivazione empirica tradizionale a una vera e propria scienza della vinicultura, basata su conoscenze in ambito  microbiologico, chimico, economico, demografico, culturale: la civiltà  del vino.

giovedì 5 novembre 2015

A breve ...

Ci siamo quasi. In occasione della festa di  di San Martino , un articolo dedicato alle proprietà  cosmetiche dell' uva e non solo! La vite, il suo meraviglioso olio di vinacciolo. Botanica , storia, cosmesi e... Una tappa a Smartno( San Martino) ,

un posto fantastico, forse la più  bella  cittadina del collio Sloveno.
E per finire scoprirete cosa ho realizzato con questi grappoli di uva. Non perdetelo!!

martedì 3 novembre 2015

Il Mio Quaderno degli Appunti Di Cosmetologia



Eccolo , sfogliabile, il mio quaderno degli appunti. .
Una raccolta di informazioni sulla cosmesi.  Per le fonti consultate la pagina del blog testi consigliati e fonti. Fatemi sapere se vi piace .


Sfoglia Qui

lunedì 2 novembre 2015

PROTEZIONE LABBRA ( fusioni lipidiche anidre)

Si avvicina la stagione invernale e la nostra attenzione torna sulle labbra, all' importanza di proteggerle dal freddo mantenendole  idratate e morbide.
Approfittando di questa giornata libera mi sono dedicata alla realizzazione di stik , per me e per le mie amiche. 

Dal punto di vista della forma cosmetica si tratta di fusioni lipidiche anidre. 
Come dice il nome , sono cosmetici privi di acqua che hanno la caratteristica forma solida a stik. 
Per creare questa forma cosmetica si impiegano lipidi solidi ( fattori di consistenza ) che vengono miscelati ad altri ingredienti. 
In particolare , gli stik per labbra , contengono burri vegetali come  KARITE' e cacao, oli in concentrazioni inferiori. 
L' aggiunta di olio di ricino determina una particolare brillantezza sulle labbra. 

Molto impiegata come cera è  quella d' api. Cera alba INCI.  ( la troviamo anche  come BEESWAX.  Si ricava dalle secrezioni dell' Apis mellifica. 
All'origine è  una massa scura , che viene purificata fino ad ottenere una sostanza di colore giallognola.

Come li ho realizzati: INGREDIENTI
  Burro di cacao 5 gr
Burro di Karite' 5 gr
Olio di ricino 2 cucchiaini
Cera d' api 8 gr
Tocoferolo ( vit E) 2 gocce

PROCEDIMENTO

La realizzazione di questi prodotti  è davvero semplice, ho sciolto a bagnomaria tutti gli ingredienti, eccetto la vitamina E che la ho aggiunta alla fine.
Alla fine ho versato negli stik
 e messo per qualche minuto in congelatore.
Il risultato è un prodotto eccellente sulle labbra. All' uso infatti risultano morbide ed idratante.
Per gli ingredienti ringrazio il sito Camelis. 😀








Belli vero?
Vi aspetto nei commenti.
A presto ☺



Cosa ho in mente di realizzare?

Osservate gli ingredienti nelle foto. Riuscite ad indovinare cosa ho in mente di realizzare?🔎 Pochissimi ingredienti , procedura sempli...

I più vist